Siamo alle solite: come per le precedenti elezioni, il blog non può astenersi dalle valutazioni estetico-maschiliste sulle candidate. Cominciamo dal Veneto, dove in assenza di candidati radicali per il Senato voterei Laura Puppato. I suoi due punti a favore: è stata una buona sindaca di Montebelluna e si è fatta avanti nelle primarie sfidando Bersani che se la dimenticava sempre (vedi gli Sgommati su Sky).


Per par condicio, a destra invece propenderei per la coneglianese Marina Buffoni, simpatica "fascistona" i cui due punti a favore consistono nell'essere leggermente più gradevole di Puppato dal punto di vista estetico, ma soprattutto si è meritoriamente esposta opponendosi alla stravagante idea di fare Conegliano provincia laddove le province avrebbero dovuto essere tagliate. Insomma, destra o sinistra, per favore votate una donna.