STUDIO DEL CNR. L'ultima ricerca dimostra la presenza di sostanze stupefacenti. Respiriamo cocaina, hashish, marijuana, caffeina e nicotina Il dottor Gomma: «Nanogrammi, non arrecano danni alla salute» 

Lo studio del Cnr, elaborato da Angelo Cecinato, ha origini lontane: già nel 2004 il suo gruppo di ricercatori aveva iniziato a fare rilevazioni nelle principali città italiane e fin da subito era emersa la presenza nell'aria di sostanze psicotrope: l'ultima ricerca, che è stata pubblicata nei giorni scorsi sulla rivista scientifica internazionale Environmental Pollution, ha confermato gli iniziali sospetti. In ogni metro cubo di aria dei cieli scaligeri sono stati rilevati 0,05 nanogrammi di cocaina, 0,14 di cannabinoidi (hashish e marijuana), 1,7 di caffeina e, il dato più preoccupante, 35 nanogrammi di nicotina... Arena